Juniores Elite A. Sona Calcio-Summania.

Scontro diretto salvezza a Sona tra due squadre in difficoltà, da una parte il Sona Calcio di Salvatore Piccinato, in striscia negativa da sei giornate, dall’altra il Summania di Silvio Enea,  reduce dalla vittoria col Concordia per 3-1 ma ancora dentro la zona play-out, a -1 dai rossoblù. Ultima giornata di andata, prima della pausa invernale, che durerà soltanto una settimana, resta da giocare il recupero dell’undicesimo turno il 21 Dicembre.

Sona Calcio-Summania (2-1) 2-2

Sona Calcio: Righetti (1’st Bonsaver), Pirmati © (1’st Bissolo), Osmani, Del Duca, Conti, Lippa, Rossi, Leardini, Signorini (33’st Idone), Toffoli, Oboe  A disposizione: Fiorio, Gambini Allenatore: Piccinato Salvatore

Summania: Nicolussi, Zorzo, Cocco, Bortoloso (19’st Silvestri), Viero (1’st Gasparella), Busin, Radenovic (26’st Martini), Talli, Faccin, Dalla Vecchia ©, Bregu (20’st Ballardin) A disposizione: Gianesini, Alba, Bonetto Allenatore: Enea Silvio

Arbitro: Fabio Casucci di Verona
Reti: 15’pt Leardini (SC), 23’pt Viero (SU), 40’pt Del Duca (SC), 43’st Dalla Vecchia (SU)

Note: recuperi 3’ e 0

Maglia bianca, calzoncini e calzettoni blu per il Sona, mister Piccinato schiera un 4-3-3 con il tridente Rossi-Signorini-Toffoli, bande verticali azzurro-granata per il Summania, disposto con lo stesso modulo tattico degli avversari. Nel primo tempo il Sona schiaccia la formazione vicentina nella propria metà campo con gli ospiti che subiscono passivi il gioco degli avversari senza riuscire a contrattaccare. Rossoblù locali pericolosi già al 1’ minuto con un’azione personale di Signorini sulla destra che crossa al centro per Rossi, il numero 7 prova la sforbiciata ma non riesce ad arrivare sul pallone. Al 15’ dopo un assedio arriva il goal dell’1-0: angolo dalla destra di Pirmati e testa di Leardini con il pallone che si insacca alle spalle di Nicolussi. Dopo un giallo per Talli per evidente fallo in scivolata su Del Duca il Summania pareggia al 23’, alla prima occasione da goal capitata. Punizione dalla tre-quarti che Righetti non trattiene, dopo un batti e ribatti in area di rigore il pallone arriva tra i piedi del difensore centrale Viero, che a pochi passi dalla linea di porta deve solo appoggiare in rete. Il pareggio fortunoso carica gli ospiti che poco dopo rischiano addirittura di andare in vantaggio sempre dopo una mischia in area conclusa però da un tiro alto di Radenovic dall’altezza del dischetto. Al 36’ inizia la giornata confusionaria del direttore di gara, al quale inizia a sfuggire di mano completamente la conduzione della gara. Dopo uno degli almeno dieci falli evidenti non fischiati, faccia a faccia tra Del Duca e Faccin, entrambi ammoniti. L’arbitro va poi a redarguire la panchina del Summania con il gioco che si ferma per almeno cinque minuti. Appena dopo l’interruzione il Sona trova il goal del 2-1 con Del Duca. Azione personale del numero 4 che dalla destra converge verso il centro e arrivato al limite dell’area batte per la seconda volta Nicolussi con un sinistro rasoterra. Dopo tre minuti di recupero finisce una confusionaria (anche se mai quanto la seconda) prima frazione di gioco.

A inizio ripresa scelta discutibile di Salvatore Piccinato che sostituisce il portiere (Righetti per Bonsaver), con il numero 1 del Sona che esce imbufalito dagli spogliatoi, fuori anche Pirmati per Bissolo, con il capitano che passa la fascia a Oboe. Nervi sempre più tesi tra le squadre con l’arbitro che continua a sorvolare su falli di gioco plateali ricevendo i sempre più frequenti richiami dalla tribuna.  Nel secondo tempo non si riesce praticamente a giocare, la partita si ferma almeno tre volte facendo dunque presagire ad un lungo recupero finale. Il Sona continua a creare ma non a concretizzare, l’occasione più grande per chiudere il match capita tra i piedi di Signorini, al 24’ il numero 9, messo da Bissolo davanti al portiere con la difesa del Summania mal schierata, davanti all’estremo difensore ospite non è lucido e conclude largo. “Goal sbagliato, goal subito” ed infatti al 43’ capitan Dalla Vecchia, recupera fallosamente un pallone sulla destra a Oboe, entra in area e con un tocco di punta mette il pallone in rete firmando il goal del 2-2. Dopo l’esultanza per la rete del pareggio il Sona rimette il pallone al centro e appena dopo aver battuto per la ripresa del gioco l’arbitro fischia tre volte senza concedere nemmeno un minuto di extra-time, quando probabilmente nemmeno dieci sarebbero stati abbastanza considerando le frequenti interruzioni prolungate e le sostituzioni.

2-2 il punteggio finale che soddisfa di più il Summania, il Sona torna a muovere la classifica interrompendo la striscia di sei sconfitte consecutive ma i padroni di casa non possono certo considerare positivo il risultato di oggi. Con il punto il Summania sale a 13 mentre il Sona a 14, le due squadre restano pienamente invischiate all’interno della zona play-out. Il Sona Calcio chiuderà ora il 2020 sempre in casa, ospitando il Cerealdocks Camisano di Fabio Casarotto, il Summania tornerà invece in terra veronese, sul campo del Valgatara di Daniele Reichenbach.

 

(per gentile concessione Redazione di Giovanigol)

 

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •