Giovanissimi Provinciali Verona. Raldon – Sona Calcio.
di Rodolfo Giurgevich.
fotoreportage di Mario Merci.

Recupero della giornata 5. La gara era stata rinviata su richiesta del Sona Calcio (che ringrazia il Raldon) a causa di una gita scolastica.
Sona Calcio con la quasi totalità di 2006 tenta la sorte perchè una speranza di arrivare fra i primi 5 ce l’ha. Al termine della partita mister Bonfante è convinto di potercela fare e ha ragione: la sua squadra esce dal campo con gli onori e gli applausi di tutti.
Compatta e concreta la squadra di Raffaele Biricchini, ottimo primo tempo e poi calati nella ripresa; sicuramente arriverà alla fase elite.

Raldon – Sona Calcio: (1-0) 1-0

Raldon: Guzzon, Violaro, Perazzani, Colombari, Fabbiani, Borghesani, Perbellini, Praga, Romagnoli, Soliman, Zerman.  A disp. Cobel, Del Duce, Personi, Corezzola, Haj Meftah, Pavan, Menegatti. All. Raffele Biricchini.

Sona Calcio: Sorio, Mori, Coati, Zanardi, Favaro, Ledro, Pavoncelli, Perin, Gueye, Perini, Crema. A disp. Caliari, Zouaghi, Dalla Pellegrina, Migliori, Girardi, Bozzini, Zanusso.

Arbitro: Diego Fiore di Verona
Reti: 4′ Soliman (R)

Impressiona nei primi minuti di gioco la freddezza e il coraggio con i quali i rossoblu (oggi in maglia violacea) riescono a rimettere dal fondo con palla a terra e fraseggio corto. Il Raldon fa pressing, riuscendo a interrompere a centrocampo le ripartenze degli ospiti.
Alla seconda azione d’attacco il Raldon va a rete: pressione costante al limite dell’area con palla che viene allontanata dai difensori sonesi. Appostato come un cecchino a 30 metri, Soliman scaraventa una telecalciata (calcio da lontano, passatemi questo neologismo) in porta, il portiere Sorio recupera velocemente la posizione ma un rimbalzo assassino lo sorprende e la palla termina in rete per quello che sarà il risultato finale, 1-0.
Non reagisce il Sona perchè il Raldon opprime con Perbellini e Romagnoli, guadagnando 4 calci d’angolo consecutivi che mettono in mostra i colpi di testa di Praga e del tarchiato centrale Borghesani che arriva dalle retrovie nel tentativo di raddoppiare. Ma il risultato non cambia perchè nelle 4 occasioni il portiere Sorio è ben piazzato e dice no agli affamati neroverdi.

Il Raldon in difesa chiude bene sui tentativi di Pavoncelli e del classico Perin ma è Favaro che tenta la via della rete dopo un’incursione di Gueye e di Crema: il tiro è potente ma il portiere ci arriva e devia in calcio d’angolo che produce, il calcio d’angolo intendo, una ripartenza rapida del Raldon che in due passaggi Colombari-Soliman mettono in moto Romagnoli che s’invola tutto solo verso l’area del Sona. Recupera alla grande Perazzani il quale con un tocco pulito toglie la palla dai piedi del centravanti neroverde salvandosi in angolo.
Dalla bandierina il solito Perbellini calibra una palla alta per la testa di Borghesani, incornata potente ma Sorio salva ancora una volta.

Nel secondo tempo il Sona cambia modulo, dal 4-3-3 passa ad un 3-5-2, per proteggere meglio a centrocampo e produrre più palloni per gli attaccanti. Raffaele Biricchini resta col suo 4-2-3-1 per poi passare negli ultimi minuti ad un cauto 4-4-2.
Calano i ritmi nella ripresa ma cala soprattutto il Raldon; è il Sona Calcio che viene fuori con un gioco tanto fluido quanto efficace che lo porta più volte a tiro senza riuscire a chiudere in pareggio, risultato che poteva starci benissimo. Ci provano in rapida successione Zanusso, Crema e Gueye ma anche il portiere del Raldon, Guzzon è sempre in posizione giusta.

A fine gara Luciano Violante: ” Nel secondo tempo abbiamo dominato con un gioco di grande qualità che mi ha veramente soddisfatto. I ragazzi hanno reagito in modo incredibile nonostante l’anno in meno. Loro nel secondo tempo sono rimasti arroccati in difesa e negli ultimi 15 minuti non hanno più superato metà campo; purtroppo non è andata dentro, ma il gioco c’è e si vede e  sarà un anno di crescita per tutti i miei giocatori.

Raffaele Biricchini parla del secondo tempo: ” Abbiamo avuto qualche altra occasione in contropiede con Soliman e Romagnoli ma nel complesso abbiamo sofferto,  soprattutto gli ultimi 15 minuti facevamo fatica ad uscire dal nostro centrocampo. Spero facciano meglio quando passiamo in vantaggio,  spesso ci rilassiamo e non giochiamo più come potremmo e dovremmo.”

Arrivederci a questa sera per il commento generale alla giornata 5.

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •