Serie D, Girone B.
Sona Calcio – Real Calepina.

Ufficio Stampa Sona Calcio.

Quarta giornata del campionato di Serie D, girone B, dopo l’esordio in casa a porte chiuse con il Caravaggio (sconfitta per 1-2), al quale ha fatto seguito il secondo stop consecutivo in casa del Seregno con lo stesso risultato; il Sona Calcio di Marco Tommasoni fa ufficialmente il proprio esordio con pubblico allo stadio Comunale di via Casella nel quarto livello del calcio italiano. I rossoblù del presidente Pradella ospitano la Real Calepina di Simone Carminati, matricola al pari del Sona, nata quest’estate dalla fusione tra Sirmet Telgate, promosso in Serie D sul campo, e Atletico Chiuduno (Promozione Lombarda). I bianco-azzurri del presidente Lorenzi sono attualmente sesti in classifica con 5 punti dopo le prime tre giornate e ancora imbattuti nel girone, con una vittoria (3-1 nell’ultimo turno contro il Ponte San Pietro) e due pareggi a reti bianche (Fanfulla e Scanzorosciate) nelle prime due uscite ufficiali della stagione. Arbitra il signor Daniele Aronne di Roma 1 coadiuvato dagli assistenti Vincenzo Russo di Nichelino e Damiano Caldarola di Asti.

Sona-Real Calepina (0-0) 1-2

Sona (3-5-2): Carletti; Gecchele, Dellafiore, Dal Cortivo (9’st Calabrese); Tomasini (21’st Boccalari), Torri (11’pt Tomelleri), Agazzani (38’st Valbusa), Gerevini ©, Cortese Matteo; Strada, Segalina (37’pt Marchesini). A disposizione: Circio, Zamboni, Montresor, De Nardi. Allenatore: Tommasoni Marco.

Real Calepina (3-5-2): Gherardi; Belotti, Paris, Piacentini (36’st Cerri), Lussignoli (44’st Duda); Fini, Esposito, Chiossi (36’st Careccia), Valosi, Giangaspero (40’st Sonzogni), Okyere © (17’pt Colonetti). A disposizione: Rossi, Villa, Locatelli, Negri. Allenatore: Carminati Simone.

Arbitro: Daniele Aronne di Roma 1 Ass.1: Vincenzo Russo di Nichelino Ass.2: Damiano Caldarola di Asti.
Reti: 14’st Paris (RC), 20’st rig. Esposito (RC), 28’st Dellafiore (S).

Note: ammonito Valbusa (S), recuperi 2′ e 4′.

Marco Tommasoni conferma il 3-5-2 visto nelle prime tre uscite ufficiali lanciando dal 1′ Segalina a far coppia con Strada al centro dell’attacco. Simone Carminati risponde con lo stesso modulo con il tandem offensivo composto da Giangaspero e Okyere. Nel primo tempo i due allenatori sono già costretti a due cambi forzati per infortunio: tra le fila del Sona esce Torri ed entra Tomelleri, nella Real Calepina invece Colonetti rileva capitan Okyere. Dopo una prima fase di studio sono gli ospiti a prendere in mano le redini del gioco affacciandosi due volte dalle parti di Carletti, prima con un sinistro in girata di Giangaspero, poi con una incursione di Valois dalla sinistra servito da un cambio campo di Lussignoli: in entrambe le occasioni l’estremo difensore scuola Hellas Verona chiude la porta ai tentativi dei giocatori in maglia nera. Il Sona si rende pericoloso solo al 21′ con una progressione palla al piede di Segalina che culmina con un destro alto dal limite. Lo stesso Segalina è costretto ad uscire al 37′ per via di uno strappo muscolare rimediato dopo uno scatto in profondità, al suo posto Marco Marchesini, rientrato in casa Sona dopo i tre anni trascorsi al Valgatara. Dopo una clamorosa occasione sciupata da Giangaspero al 38′, destro alto da fuori a porta vuota, dopo un’uscita di Carletti per anticipare Colonetti lanciato a rete, e due minuti di recupero, il primo tempo va in archivio sul punteggio di 0-0.

Nel secondo tempo mister Tommasoni prova a sparigliare le carte in tavola passando dal 3-5-2 al 4-3-3 con l’ingresso di Calabrese al posto di Dal Cortivo e l’arretramento di Cortese a quarto della difesa da esterno a tutto campo. Al 14′ è però la Real Calepina a sbloccare il risultato: punizione dalla tre-quarti di destra battuta da Esposito e colpo di testa vincente di Paris. Il Sona prova a reagire con un destro a giro di Marchesini in area deviato da Gherardi e una conclusione da fuori di Tomasini che finisce di poco alta. Al 20′ arriva il raddoppio della compagine bergamasca: Dellafiore tocca fallosamente Colonetti in area e il direttore di gara (Daniele Aronne della sezione di Roma 1) indica il dischetto. Dagli undici metri Esposito spiazza Carletti, 0-2. Il goal del raddoppio carica la squadra di Carminati che per i successivi 8 minuti gioca al tiro a segno mancando in due grosse occasioni il colpo del k.o. con Colonetti prima e Giangaspero poi. I rossoblù si risistemano e a 17 minuti dal termine trovano il goal che riapre la partita, angolo battuto da Gerevini dalla destra e testa di Dellafiore con il pallone che finisce in rete. Nel finale i padroni di casa si buttano in avanti alla ricerca del goal del pareggio ma la Real Calepina resiste e al termine dei quattro minuti di recupero esulta per la seconda vittoria stagionale che permette agli uomini di Carminati di issarsi al terzo posto nel girone B dietro a Casatese e Seregno, mantenendo anche l’imbattibilità.

Il Sona non riesce ad evitare la terza sconfitta consecutiva, sempre con il punteggio di 2-1 dopo Caravaggio in casa e Seregno in trasferta, la classifica ora inizia a farsi se non preoccupante, quasi, per i ragazzi di Tommasoni che ora condividono l’ultimo posto con Ponte San Pietro, e, a sorpresa, la Virtus Ciserano Bergamo, con un solo punto raccolto sin qui.
Domenica prossima la trasferta di Desenzano contro il Desenzano Calvina potrebbe già risultare un crocevia importante della stagione per i rossoblù del presidente Pradella.

Marco Tommasoni, difficile vincere con infortuni continui.