Serie D Girone B, Sona-Scanzorosciate
Ufficio Stampa Sona Calcio.
cortese fotoReportage della Redazione di Giovanigol
per Nicola Guerra e Massimiliano Inturri

Imprevedibile ed aggressivo con un pressing a tutto campo fino all’ultimo minuto, la squadra di Valenti Nicola imbriglia uno scalpitante Sona Calcio, che fatica a trovare corridoi utili per andare a rete.
Ciò nonostante le occasioni per i rossoblu di Tommasoni ci sono state sia nel primo che nel secondo tempo: un rigore sul palo, due salvataggi sulla linea e almeno quattro tiri “buoni” sono il bilancio per i padroni di casa contro tre sole opportunità per i giallorossi di Scanzorosciate che bravi a centrocampo e sul pressare hanno dimostrato una volta di più la sterilità del proprio attacco.

Pressing a tutto campo fino al 90′

Per concludere, per il Sona Calcio poteva essere una di quelle partite stregate durante le quali si può anche perdere e c’è voluta una “eroica” testata di Marchesini per firmare un pareggio, comunque troppo stretto per i rossoblu.
A proposito di Marchesini, dopo la testata gol, è rimasto infortunato ed è stato trasferito al pronto soccorso per accertamenti.

Sona-Scanzorosciate (1-1) 1-1

Sona Calcio(4-4-2): Rosa, Belem, Gecchele, Dal Cortivo, Dellafiore (45’st Montresor); Boccalari; Galazzini (39’st Multari), Gerevini (C), Alves Da Mota; Strada, Marchesini (1’st Valbusa).
A disposizione: Carletti, Lobello, Scamperle, Belfanti, Oboe, Caldeo.
Allenatore: Tommasoni Marco. Vice: Salvatore Piccinato.

Scanzorosciate (4-1-4-1): Berardelli, Malvestiti (1’st Rota), Corno, Gambarini, Sacchini; Di Lauri; Zambelli, Cariello (1’st Ravasio), Bangal (24’st Aranotu), Spampatti (12’pt Hadaji) (19’st Cazzago), Valli. A disposizione: Romeda, Bertacchi, Mazza, Lizzola. Allenatore: Valenti Nicola. Vice: Franco Gnugnietti.

Arbitro: Vittorio Emanuele Teghille di Collegno. Ass.1: Luca Mocci di Oristano. Ass.2: Davide Nurchi di Alghero.

Reti: 11’pt Zambelli (Scan), 45+1′ pt Marchesini (Son)

Note: ammoniti Belem, Gerevini, Marchesini, Boccalari, Rosa (Son), Hadaji, Di Lauri (Sca), recuperi 3′ e 4′, partita giocata a porte chiuse.

Personaggi eccellenti oggi sulle rinnovate gradinate del Comunale di Sona. Sulle nuove seggiole di plastica, si sono seduti il sindaco Gianluigi Mazzi, ormai diventato supertifoso dei rossoblu e Flavio Tosi: <<…bella partita oggi..>>  ha detto l’ex sindaco di Verona, ma sinceramente ne abbiamo viste di migliori.

In emergenza a centrocampo (fuori Torri, Numerato e Tomasini), Marco Tommasoni schiera un 4-4-2 che si trasforma in 4-2-3-1 in fase difensiva con Boccalari e Gerevini in mediana, Galazzini e Da Mota sulle fasce e Marchesini appena dietro a Strada riferimento offensivo.

Valenti schiera invece il suo Scanzorosciate con un 4-1-4-1 con Zambelli, Cariello, Bangal e Spampatti ad agire alle spalle di Valli unica punta. Dopo 12 minuti il tecnico ospite è già costretto al primo cambio di giornata con Hadaji che rileva l’infortunato Spampatti, il Sona avrebbe la prima grossa occasione per passare al 14′ quando Malvestiti atterra Galazzini in area e l’arbitro Teghille indica il dischetto, dagli undici metri Strada spiazza Berardelli ma il pallone va a sbattere sul palo. I locali spingono di più nella prima mezz’ora di gara ma a passare è lo Scanzorosciate al 29′: sugli sviluppi di un corner battuto dalla sinistra da Di Lauri, Zambelli in mischia spinge in rete un pallone vacante nell’area piccola. Il Sona prova subito a reagire un minuto dopo con un colpo di testa di Strada in area dopo un traversone di Boccalari dalla destra che Berardelli riesce a smanacciare fuori dallo specchio della porta.
Nel recupero del primo tempo i rossoblù (oggi in maglia bianca) trovano il goal del pareggio, destro in girata da dentro l’area di Galazzini che sporcato da un difensore si impenna e viene spinto in rete da Marchesini in tuffo di testa con l’ex Valgatara che si fa male alla faccia per via dello scontro con la gamba di un difensore ospite, momenti di preoccupazione (e confusione) al Comunale con l’ambulanza in procinto di entrare sul terreno di gioco fermata in extremis.

Marco Marchesini esce dal campo scortato da Paolo Pradella

Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1-1.

Nell’intervallo tra le fila del Sona, Valbusa prende il posto di Marchesini mentre Valenti sostituisce Malvestiti e Cariello con Rota e Ravasio.
Nel secondo tempo il Sona fa la partita attaccando per cercare il goal del vantaggio mentre lo Scanzorosciate resta arroccato nella propria metà campo mostrando di non disdegnare il pareggio, la prima grossa occasione per il 2-1 dei padroni di casa arriva 12′ con un tiro decentrato di Damota che sibila alto sopra l’incrocio del primo palo.

Bomba sibilante di Damota

Poi al 29′, un destro da posizione ravvicinata di Strada viene salvato sulla linea da Rota.
Al 35′ Boccalari recupera un ottimo pallone sulla tre-quarti e dopo essere avanzato per vie centrali anzichè lasciar esplodere il suo solito destro serve in posizione defilata sulla sinistra Da Mota il cui mancino incrociato viene controllato da Berardelli in presa bassa.
Nel finale è Valbusa a rendersi pericoloso in due occasioni, sempre con la sua classica entrata in area dalla destra con sinistro a rientrare, pallone che prima finisce a lato di poco e poi scheggia il palo per poi spegnersi sul fondo. L’ultima vera palla goal del match capita sulla testa di Boccalari sugli sviluppi di un calcio d’angolo con la sfera che termina sull’esterno della rete facendo urlare erroneamente al goal i pochi addetti ai lavori accreditati ad entrare.
Dopo quattro minuti di recupero triplice fischio di Teghille, 1-1.
Direzione di gara severa ma molto precisa.

Resta forse qualche rimpianto al Sona di Marco Tommasoni che oggi avrebbe meritato ai punti la terza vittoria consecutiva in campionato che lo avrebbe portato a -4 dalla testa della classifica (Seregno 24), per lo Scanzorosciate invece un punto prezioso per quello che è stato lo svolgimento del match.
Migliori dei rossoblù Gecchele, stantuffo costante sulla corsia di destra, Galazzini, una spina assidua nel fianco con le sue incursioni palla al piede e Boccalari, autore di una nuova prestazione da leader del centrocampo macchiata soltanto da un giallo che gli farà saltare la prossima sfida (diffidato prima di oggi), sempre al Comunale di Sona, tra sette giorni con avversario il Ponte San Pietro.

Pietro Gecchele in azione

Aveva ragione Claudio Ferrarese quando raccomandava cautela con lo Scanzorosciate; i rossoblu c’erano sulle gambe ma, almeno nel primo tempo, poco nella testa. Molto meglio il secondo tempo, ma quando una porta è stregata, ti devi accontentare di un pareggio.