Juniores Elite A. Sona Calcio – Valgatara.

Tutto da rifare per le due squadre, per il Valgatara perchè non si può affrontare un campionato elite con 13 titolari e qualche aggregato dalla prima squadra e quindi dover rivedere schemi e tattica con giocatori anche fuori ruolo. Mancava oggi Enrico Rossi, bomber spauracchio tornato in prima squadra, che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a mister Piccinato.
Da rivedere pure il Sona, perchè questa vittoria al calore di un sole ancora estivo ricorda più una gara amichevole che non un incontro di campionato. Anche in questo caso qualche giocatore fuori ruolo e soprattutto mancanza di un ariete in avanti che Toffoli non è, bravo come seconda punta ma affidargli tutte le responsabilità in attacco è un po’ troppo.
Riflessioni condivise anche da qualche tecnico presente in zona bar che ha impietosamente bollato la gara come incontro di juniores provinciali.
Non si è visto granchè, in verità, ma non esageriamo.

 

Sona Calcio – Valgatara: (1-1) 2-1

Sona Calcio:  Bonsaver, Pirmati, Oboe, Del Duca, Lippa, Fiorio, Guiotto, Izzo, Toffoli (20’st Gambini), Sabaini, Bissolo (1’st Gobbi). A disp. Righetti, Giacometti, Idone, Leardini, Nesi.

Valgatara: D’urso, Zambelli, Tommasi (1’st Caneva), Caliari, Barbalata, Martini, Recchia, Marini, Ferrari, Perinelli, Albrigo (15’st Aldrighetti). A disp. Gruberio, Lavarini.

Arbitro: Leo Posteraro di Verona
Reti: 41’pt Toffoli (S), 44’pt Ferrari (V), 33’st Del Duca (S)

Sona Calcio Jr El Salvatore Piccinato

Mister Reichembach parte con un 4-3-3 che poi nel secondo tempo trasforma in un 4-3-2-1 pensando forse di portare a casa un utile pareggio. Salvatore Piccinato risponde con un (quasi) costante 4-3-2-1 mettendo Toffoli al centro dell’attacco e, mossa super indovinata, ponendo Lippa centrale difensivo con libertà di spaziare su tutta la trincea del Sona Calcio.
In effetti Lippa è stato il migliore in campo, frustrando le principali azioni d’attacco del Valgatara che si è mosso come un veicolo a doppia trazione: sulle fasce due esterni alti veloci e mobili con un buon tocco di palla, Recchia e Albrigo, e a centrocampo pedine intelligenti ma lente per i due veloci esterni.
Al centro del Valgatara si è fatto vedere (poco) Ferrari Nicolò con due azioni sciupate malamente (tiro fiacco e passaggio troppo generoso quando avrebbe potuto calciare a rete); solo nell’azione da rete ha dato dimostrazione di come un centravanti può e deve andare a rete: al 44’pt riceve una palla filtrante da Perinelli, entra in area, dribbling secco e altrettanto secco e preciso il tiro in diagonale che supera il buon Bonsaver.
Era questo il gol che pareggiava la rete di Toffali al 41’pt che insaccava imparabilmente con un tiro al volo raccogliendo un traversone dal fondo di Guiotto. Poco prima, il tiro più bello della giornata porta la firma di capitan Caliari: da 30 metri riceve pala e lascia partire una bordata che il portiere Bonsaver accompagna sul fondo con lo squardo e una preghiera. Il portiere del Sona si è fatto vedere come il collega in una sola occasione, al 42’pt su un tiro ravvicinato di  Ferrari: si distende a terra a para un gol sicuro, sulla ribattuta Pirmati libera.

Valgatara Jr El Lorenzo D’urso

E giusto per chiudere la cronaca delle reti, ecco la rete del vantaggio sonese al 33’st con un’invenzione di Guiotto che invitava a entrare in area come un bomber, Del Duca. Il mediano non si faceva pregare, si liberava di un avversario e calciava a rete in diagonale, superando il giovane ( 2004) D’Urso, portiere più giovane del campionato. Bella la sua parata a terra su un colpo di testa ravvicinato di Izzo.
Nel mezzo di queste tre reti ci stanno esattamente tre azioni importanti per parte, nulla di più. Ne ha sprecate meno il Sona mentre il Valgatara recrimina ma non più di tanto.
Potrebbe sembrare che le difese siano i punti di forza delle due squadre, perchè son state brave a soffocare gli attacchi avversari e a ridurre i tiri in porta; non se ne facciano comunque un vanto i mister, quando incontreranno squadre con attacchi da juniores elite, se ne accorgeranno.
Premio per la buona volontà nel Sona a Pirmati, Guiotto, Izzo e al subentrato Gambini che ha saputo cambiare ritmo alla gara. Nel Valgatara bene Tommasi, Caliari, Recchia e Albrigo.
Migliori in campo Lippa e l’arbitro Posteraro, praticamente invisibile e chi lo è, invisibile, fa pochi errori.

In sintesi, AAA cercasi almeno 4 giocatori juniores per il Valgatara e almeno una punta di razza per il Sona Calcio.
Arrivederci alla terza giornata a Montecchio. Sarà dura…

 

Condividi anche tu!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

© La divulgazione non autorizzata di articoli e di fotografie lede i diritti di autore. (art. 10, comma 1, Convenzione di Berna per la protezione delle opere letterarie) Riproduzione anche parziale vietata, con qualsiasi mezzo, compresi screen shoot o copia incolla. Facciamo gli sportivi anche su Internet.