Serie D, girone B, giornata 6 di ritorno.
Villa Valle – Sona Calcio
di Rodolfo Giurgevih
fotoreportage di Nicola Guerra.

Giornata della rivincita per il Villa Valle, memore della sconfitta subita all’andata con un rotondo 4-0 (Gerevini, Valbusa e due reti Strada) ma il vero protagonista fu il portiere Carletti che parò ben due rigori.
Oggi il portiere è in tribuna ma fra poco rientrerà dopo un periodo di infortuni mentre Maicon parte subito. Il campione del triplete sembra aver recuperato la condizione e oggi farà la sua parte.
Nel Villa Valle la coppia Crotti – Ghisalberti promette fuochi d’artificio e così sarà.
Promessa mantenuta, ma l’ultima pirotecnia è stata di Numerato.
Per raccontare questo incontro bisogna essere stati in tribuna per condividere stati d’animo ed emozioni di chi è stato partecipe alla gara.

Villa Valle – Sona Calcio: (2-3 ) 3-4

Villa Valle (4-3-2-1): Crotti, Micheli, Cavagna (45′ st Tarchini), Ghisalberti, Lleshaj, Albani (26′ st Bonfanti), Picozzi (45′ st Rondelli), Castelli (32′ st Sogno), Caradonna, Meregalli.
A disposizione: Stanzione, Granillo, De Meio, Austoni.
Allenatore: Giovanni Mussa, vice Andrea Calzolari.

Sona Calcio (4-2-3-1): Rosa, Maicon, Belem, Boccalari, Dal Cortivo, Vaudagna, Gerevini (41′ st Da Mota), Belfanti, Rasic (24′ st Segalina), Rossi (16′ st Numerato), Marchesini (6′ st Zingertas).
A disposizione: Dalbosco, Montresor, Tomasini, Valbusa, Frinzi.
Allenatore: Filippo Damini, vice Salvatore Piccinato.

Direzione di Gara: Antonio Monesi di Crotone
Assistenti: Daniele De Chirico di Molfetta e Umberto Galasso di Torino

Reti: 7′ rig. Gerevini (S), 14′ Rasic (S), 20′ Boccalari (S), 25′ Ghisalberti (VV), 29′ Crotti (VV), 7′ st Ghisalberti (VV), 38′ st Numerato (S)

Note
Calci d’angolo: (1-1) 4-3
Ammoniti: Caradonna (VV), Rasic (SC), Picozzi (VV), Sogno (VV), Numerato (SC), Segalina (SC)
Recuperi:  Pt (1′), St (4′)


Cerca subito il vantaggio il Villa Valle con due incursioni di Albani (fermato in fallo da Boccalari) e di Meregalli che cerca di commuovere l’arbitro con un urlo in piena area. L’arbitro non ci sta e concede invece un rigore al Sona al 4’: harakiri di Cavagna, prima regala una palla da centrocampo a Rasic (che entra in area per tentare una improbabile conclusione) e poi sullo stesso Rasc commette plateale fallo.
Rigore battuto dallo specialista Gerevini che si porta a 6 marcature in campionato.
Reazione sterile del Villa Valle alla ricerca di sentieri verso la porta difesa da Rosa mentre è il Sona che punge in contropiede; Gerevini se ne va sulla destra per un traversone che trova impreparata la difesa locale ma non Rasic, perfetto e potente il colpo di testo che fa secco il portiere Pisoni. 0-2 e il Villa Valle crolla concedendo spazi anche a Belem che prova a centrare una ipotetica porta da rugby.
Marchesini non è in giornata buona ma sufficiente per mettere in ansia la retroguardia del Villa Valle e guadagnare una punizione dal limite affidata allo specialista Boccalari. 0-3 e portiere con qualche colpa tanto da lasciare il posto (per infortunio) a Cristini.
Il Villa Valle spronato da mister Mussa è inconsistente e inesistente in attacco ma una fantasia di Ghisalberti al 21’pt viene premiata con un tiro che brucia le mani a Rosa e s’infila in rete. I bianchi intravvedono la possibilità di ridurre il vantaggio ulteriormente e trovano nel tiro di Crotti al 27’pt il secondo gol della speranza. Per la cronaca il tiro di Crotti è superlativo: dai venti metri s’infila quasi telecomandato all’incrocio dei pali, inutile il volo di Rosa.
Giallo tre minuti dopo: punizione di Boccalari che infila la porta dopo un rimbalzo assassino: il portiere rimasto sorpreso da un velo di Rasic, viene graziato dal guardialinee che intravvede una posizione di fuorigioco per Rasic.
Il finale di primo tempo è firmato da Crotti, Ghisalberti, Castelli e Cavagna che mettono sottopressione i rossoblu con tiri dalla distanza.
Si va al riposo con diversi stati d’animo: il Villa Valle cova il colpaccio mentre il Sona anche nello spogliatoio, pur essendo in vantaggio dimostra un certo nervosismo. Fine primo tempo con un minuto di recupero e tanti interrogativi. Rientra il Sona recriminando ma reo di aver poco ascoltato mister Damini quando sullo 0-3 aveva richiamato tutti all’attenzione urlando che la partita era appena iniziata; non è stato ascoltato e prima una distrazione in difesa e poi il supergol di Crotti hanno riaperto la partita.

Nella ripresa la squadra di Mussa dimostra di avere un bel po’ di gas nelle gambe mentre il Sona soffre di pensieri negativi e gambe pesanti, sintomi che preludono alla rete:  ci pensa ancora bomber Ghisalberti, veterano della serie D, a portare le squadre in pareggio con una staffilata rasoterra angolata. 3-3, rimonta incredibile e meritata.
Sona Calcio è in debito di tutto, lucidità compresa, entra in gioco mister Damini che rassicura tutti con un sorriso fiduciario (ma a fine gara dirà che a quel punto potevano solo perdere).
Il gioco rossoblu prende forma dalle retrovie, è Dal Cortivo che porta avanti palloni utili per i compagni mentre Maicon sulla fascia destra non sbaglia un solo passaggio.
Il Villa Valle non demorde e commette l’errore di cercare il vantaggio, spendendo le ultime energie necessarie per mantenere almeno il pareggio, che a quel punto era comodo per tutti.
Rossi avvisa tutti che il pareggio non è nelle mire del Sona, un suo tiro lambisce il palo prima di essere sostituito con  Numerato, che subito si mette in mostra arrivando vicino all’area dopo aver catturato un pallone a centrocampo.
Risponde il Villa Valle con Crotti e Cavagna con un colpo di testa che fa gridare al gol: Rosa vola, blocca in presa e si guadagna la pagnotta quotidiana.
Momenti di accademia per i rossoblu a centrocampo, serie di tocchi di prima che fanno vedere la classe dei veronesi: dopo una serie di tocchi è Segalina, al 26’st a provare il tiro che esce di poco, avvisaglia comunque di ciò che succederà al 38’st : se ne va lo stesso Segalina sulla fascia sinistra, nessuno lo ferma, vede Numerato in arrivo al centro dell’area, assist perfetto e Numerato segna il gol più importante della giornata.

Ultimi minuti senza storia, il fiato manca un po’ a tutti ed è situazione comoda per chi difende.

Migliore in campo.

Interpellato Paolo Pradella al termine dell’incontro e richiesto di citare il migliore in campo ne ha proposti almeno sette: Rasic, Maicon, Boccalari, Belfanti, Dal Cortivo e la coppia subentrata nella ripresa Numerato e Segalina. Condivido queste proposte e ci aggiungerei anche Rossi Davide, ma il migliore in campo è stato mister Damini e adesso vi spiego il perchè.
Ha richiamato i suoi sul vantaggio di tre reti dicendo che la gara era appena iniziata, ha disteso gli animi con il suo pacioso sorriso baffuto e poi ha effettuato i cambi giusti con Segalina e Numerato cambiando faccia alla gara.
Tutto qui? Non è poco e il Sona è a 4 punti dalla zona calda e può addirittura guardare in alto.
Maicon? tutto bene, non corre come una volta ma come detta i passaggi stretti in fascia, c’è solo lui.

Villa-Valle-Sona-Rete-decisiva di-Numerato su assist di Segalina