Serie D girone B.
Giornata 32.
Vis Nova Giussano – Sona Calcio

__________________________
Rodolfo Giurgevich
__________________________

Prende una cantonata il meteo che dava pioggia: al contrario giornata di sole che mette ancor più in risalto lo splendido green di Giussano dove vien voglia di giocare a golf piuttosto che a pallone.
Prendono una cantonata anche coloro i quali parlavano di un Sona Calcio dimesso e pronto ad aiutare i bisognosi di punti: i rossoblu hanno giocato una onesta partita anche se a dir la verità i ragazzi del Vis Nova avrebbero meritato qualcosa di più.
Filippo Damini l’aveva dichiarato che sarebbe andato a Giussano per far punti e così è stato, perdendo magari un’occasione per provare qualche giovane.
Primo tempo con soli tre tiri in porta, dominato da errori da entrambe le parti, con noia assoluta.
Secondo tempo interessante solo dopo l’entrata in campo di tre sostituzioni nel Vis Nova; con Fall, Tremolada e Valtulina la gara si ravviva e non si contano più le azioni da rete e le parate di Dal Bosco (2003) migliore in campo del Sona mentre gli fa compagnia un altro giovane, Cazzaniga (2001) del Vis Nova.

Vis Nova Giussano – Sona Calcio : (0-0) 1-1

Vis Nova Giussano: Ragone, Tranquillini, Gnaziri, Molteni, Dugnani, Fossati S., Proserpio (18’st Tremolada), Giandinoto (28’st Orellana), Migliavacca (18’st Fall), Cazzaniga (40’st Fadda), Schingo (18’st Valtulina.).
A disp.: Foresti, De Lisio, Fossati A.,   Della Torre,
Allenatore: Agostino Mastrolonardo con Alessandro Comi

Sona Calcio: Dal Bosco, Maicon (20’st Lavarini), Belem, Boccalari (35’st Belfanti), Frinzi, Dellafiore, Marchesini, Vaudagna, Torri (30’st Rossi), Numerato (20’st Valbusa, 41’st Fazio), Gerevini.
A disp.: Rosa, Multari, Caldeo, Bentivoglio.
Allenatore: Filippo Damini con Salvatore Piccinato.

Direzione di gara: Guido Verrocchi di Sulmona con Stefano Carchesio di Lanciano e Luca Chiavaroli di Pescara

Reti: 25’st Rossi (S), 30’st Cazzaniga (V)

Note:
Angoli: pt (7-2) st (3-2)
Ammoniti: Tranquillini e Proserpio (V), Marchesini (S)
Recuperi: pt (0 ), st (4′ )

Da noia il primo tempo, perchè in tutto si possono contare tre tiri a rete: il primo è di Gerevini (25’pt) che pur da posizione defilata costringe il portiere Ragone a volare, il secondo è di Cazzaniga che porta avanti il pallone per venti metri prima di tentare la staffilata da venti metri che sfiora la traversa.
La terza occasione è ancora per il Vis Nova Giussano: da calcio d’angolo (ne collezionerà ben 7 nel primo tempo) il centrale Dugnani prende l’ascensore per colpire di testa piuttosto potente. Dal Bosco c’è per segnalare la prima di una lunga parate decisive.
Dunque un primo tempo con molte iniziative dei locali ma poche occasioni da rete; gioca di intelligenza la difesa del Sona chiudendo tutti i varchi sia con l’esperienza di Dellafiore sia con la destrezza di Boccalari.
In mezzo Frinzi a giocare da centrale ( in sostituzione di Gecchele), controlla a dovere Migliavacca e disputa la miglior partita da quando è al Sona.

I primi 15 minuti della ripresa sono la brutta copia del primo tempo, il Sona addormenta la gara e chiude facilmente le sgroppate e i virtuosismi di Gnaziri tanto bravo quanto poco seguito dai compagni; ma è sempre Cazzaniga a portare i pericoli maggiori a Dal Bosco che vede volare alto un magistrale tiro al volo di Schingo; il Sona risponde con Torri che porge a Belem l’assist per un calcio da venti metri fuori misura.
Ma ecco le sostituzioni al 18’st, entrano Fall, Tremolada e Valtulina e Dal Bosco inizia a lavorare.
E quando non ci arriva coi guantoni, al 22’st ci pensa Frinzi a ribattere un tiro destinato in fondo alla rete.
Tutti si aspettano la rete del Vis Nova Giussano ma è il Sona che va in vantaggio: Valbusa che ha preso il posto di Maicon, recupera palla in difesa e lancia lungo per Gerevini sulla fascia sx. Il 21 rossoblu s’impadronisce della sfera, si libera di un difensore e appoggia a Rossi appena dentro l’area: il tiro è “sporco” ma inganna il portiere. Sona in vantaggio al 24’st.
Sembra stordito il Vis Nova Giussano ma è Cazzaniga che dirige la reazione fino a concludere da centro area un’azione corale della squadra di Mastrolonardo.

A questo punto il Sona stringe i denti e si mette sulla difensiva mentre il forcing locale si fa sempre più pressante; Cazzaniga sempre presente ma anche Dalbosco lo è quando al 35′ chiude lo specchio della porta a Valtulina lanciato a rete.
Il Sona allegerisce con un tiro dalla distanza di Fazio e una traversa micidiale di gerevini lanciato a rete dal tandem Rossi Marchesini.
Ultima emozione è con Tremolada, specialista degli ultimi minuti ( se li ricorda bene Pradella, nella gara di andata); messo in moto da Valtulina arriva a 5 metri da Dal Bosco ma spara alto, accompagnato dalle imprecazioni di qualche tifoso locale.
Questo è il calcio, meritava di vincere il Vis Nova Giussano, ma pareggio è stato senza togliere nulla al Sona che si prepara ad una domenica spettacolare, quella del 6 giugno, quando esordirà per qualche minuto un over 60, Enrico Ruggeri, mica uno qualsiasi.
Emozioni griffate Sona.