Verso la giornata 12.
Ufficio Stampa Sona Calcio.

Dopo 11 giornate  sia pure non ancora complete, lo scenario del girone B prende forma.
Non c’è ancora un protagonista assoluto anche se il Crema è la squadra cha ha dimostrato di essere la più costante come presenza nella zona alta della classifica; Giuseppe Dossena è stato centrocampista intelligente e oggi dispone in panchina delle sue capacità cerebrali ma se qualcosa che non convince nel Crema ed è la difesa: troppe 17 reti per una squadra che aspira alla promozione e infatti il coefficiente Difesa è uno dei più bassi del girone più basso anche dello Scanzorosciate prossimo avversario del Sona Calcio. Resta al Fanfulla il titolo di miglior coefficiente difesa perchè in effetti la difesa piuttosto solida è votata alla ripartenza palla al piede per assistere al meglio le punte: Baggi e Fabiani sono i due interpreti principali.
La vera sorpresa del girone B è il Nibbionoggiono di Giuseppe Comisso, squadra cinica (segna poco ma fa tanti punti) e mediamente forte in tutti i reparti, l’ideale per un percorso tranquillo e magari anche qualcosa di più.
Due note sullo Scanzorosciate: Nicola Valenti è il mister di esperienza per aver giocato in serie C e allenato molti anni in serie D, capace di trasmettere la carica soprattutto dalla panchina sulla quale tranquillo non è. La squadra è in fase di rivoluzione avendo avuto un fuggi fuggi estivo destinazione Real Calepina e il primo risultato si è visto già domenica scorsa contro il Ponte San Pietro: 1-0 con rete della punta Valdi. La squadra giallorossa ha segnato finora solo 5 reti due delle quali con un centrocampista, Bertacchi, le punte finora sono state latitanti in particolar modo Aranotu, prima punta di colore, dal quale la società lombarda si aspettava qualche rete.